Kaizen Mental Training Blog

Io penso che il divertimento sia una cosa seria.

 

 

foto-9

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Che io sia milanista, credimi, in questo caso conta davvero poco. Utilizzo questa recentissima fotografia unicamente come esempio, fresco e reale, per cercare di far capire meglio quanto sto per comunicarti. E’ una metafora, un ponte di collegamento più veloce tra teoria e pratica.

 

 

Come ben saprai, di indole, ho la passione per ricercare insegnamenti da ogni cosa; che la viva in prima persona, o meno, trovo straordinario apprendere ed imparare da ciò che funziona. Lo scopo, tu lo sai, è quello di utilizzare quanto appreso per replicarlo in seguito in maniera ancor più efficace (modelling). Seguendo la mia squadra del cuore da anni, chi segue il calcio lo saprà, negli ultimi anni ho assistito a notevoli e drastici cambiamenti di gestione per quanto riguarda il Milan. Chi non ne ha nella propria vita? Nella tua carriera sportiva è sempre andato tutto liscio e lineare? Ne dubito. Ognuno di noi vive periodi di cambiamento, è innegabile. Solo gli alberi stanno piantati a terra senza potersi muovere di un centimetro da quando nascono a quando muoiono.

 

 

La squadra, sulla carta, non è certo la più forte degli ultimi anni. Il mercato è stato ‘particolare’. Da anni la politica societaria è cambiata e non si effettuano più i grandi colpi di un tempo da decine di milioni di euro. In Italia, aimè, non solo lo sport è costretto a lavorare al risparmio. Dunque si sono fatti prestiti, parametri zero, cessioni illustri, acquisti insoliti… I conti non devono essere in rosso, prima di tutto.
Ciò non toglie che si possano ottenere comunque soddisfazioni e, soprattutto, insegnamenti. Il Milan ha aperto una nuova epoca, “l’era Inzaghi” come in molti titolano. A me non piace particolarmente questa definizione cinematografica, ma è mio interesse utilizzare questa descrizione che farà ricadere ancor più attenzione a quanto sto per esprimere.

 

 

Certo, ora tutti a dire e a soffermarsi sul fatto che si tratta di una cosa temporanea, che tra poco tempo diremo male di Inzaghi e del suo Milan..ecc…ecc… Del resto, in Italia, quando qualcosa va bene, non siamo abituati a condividere i successi e ad apprendere da essi, ma siamo subito pronti a costruire un castello di m***a attorno, invece. Ah, la cultura…! Spulciamo le cose positive per trovare una briciola di negatività, per quello il tempo c’è e ci abituiamo a ragionare in termini negativi riponendo attenzione a kg sul negativo..quando poi, tocca a noi operare, agire e muoverci, non sappiamo cosa fare, dove farlo, come farlo…perchè troppo abituati a pensare a cosa “non va” invece di abbracciare gli aspetti funzionali!

 

 

Io non lo so (e manco mi interessa saperlo) quanto riuscirà ad ottenere il Milan quest’anno, se verrà esonerato Inzaghi, come finirà.
La cosa che invece ha attirato la mia attenzione nell’ultimo periodo, e dalla quale è venuta l’idea per questo articolo, è tutta in questa foto. Tu cosa noti?
Ricapitoliamo: il Milan ha deciso di abbassare il proprio profilo vendendo i campioni di un tempo, e svolgendo un mercato da pochissimi milioni euro, i giovani hanno preso il posto di molti ‘vecchi’, e ha messo a capo della ‘baracca’ uno degli ex-attaccanti più forti di tutti i tempi, affiancato all’esperienza dell’a.d. più lodato di Italia. Due che vivono di passione per il calcio e costanza.
Nella foto io noto ‘unione’, ‘unità’, ‘uno’.

 

 

Il Milan ha ripreso a divertirsi. Inzaghi fa divertire i ragazzi. Non c’è bisogno di leggere interviste o seguire i suoi metodi. Lo si vede, se si sta attenti e si ricerca cosa funziona ora, che un tempo non funzionava.
Durante le partite si nota la voglia di fare, di giocare, di mettersi nella mischia che hanno i suoi ragazzi.
Sotto altre guide, con squadre più forti, non c’era questo ingrediente: il divertimento in quel che si fa.
Questo discorso vale per tutti noi, dall’operaio allo studente, dall’avvocato alla maestra, dal calciatore allo psicologo. Se togliamo il divertimento alla nostra vita, togliamo l’entusiasmo e la voglia di provarci. Resteremo a fare ‘il compitino’, magari sperando che le cose si aggiustino da sole o che qualcun altro le corregga. Si va al campo, si fa allenamento e si va a casa.
Il vecchio “testa bassa e lavorare” è obsoleto: gli schiavi non alzano mai la testa, quando sei triste hai la testa bassa, quando fai qualcosa che non ti piace hai le orecchie lunghe che ti tirano giù.
Quando invece sei felice e entusiasta giri a petto in fuori, testa alta e sorridente, non è forse vero?

Non esiste campione sulla faccia della Terra che non comunichi quanto gli piaccia praticare lo sport che fa: Valentino, Tiger, Phelps, il povero Pirata, Nadal, Djokovic, Ancelotti, Mourinho, CR7 che va al campo un’ora prima degli altri, Kobe, Jordan…e via via mille ancora…parlano sempre di divertimento nel fare quello che fanno
Non ho mai sentito nessuno che abbia vinto qualcosa esclamare: “Si, sono campione del Mondo ma che palle…! Sta finale una noia…”.
E se credi che valga solo per lo sport, ti sbagli. Edison, ad esempio, non ci mise 900 tentativi per la lampadina perchè si annoiava! Bill Gates, Steve Jobs, Richard Branson, sono solo alcuni dei tanti.

 

 

Beh, studi dimostrano che la postura (la nostra fisiologia) incide sulla produzione di serotonina ed altri ormoni adibiti al buon umore. Secondo te quando ne produciamo di più? Quando siamo ‘depressi’ e affranti, oppure quando proviamo a ottenere qualcosa presi dall’entusiasmo e lo sguardo mira alto?!?
Ti faccio un’altra domanda: e secondo te, le decisioni migliori, i comportamenti migliori, le azioni migliori…le compi quando sei in uno stato d’animo luminoso e trionfante oppure sfiduciato e demoralizzato?
…già!

 
Ricordati di divertirti in quello che fai, di avere motivi per i quali valga la pena fare quello che fai. Fissati degli obiettivi che ti trascinino. Scegliti qualcosa che ti dia modo di divertirti mentre lo fai.

 

 

Con Passione,
Nicola P.

 
PS
Hai già visto il Blog K.M.T.? All’interno puoi trovarci altri articoli che trattano il Miglioramento Personale, la Carriera Sportiva e la Comunicazione Efficace. Puoi, inoltre, scaricarti in regalo 3 e-book innovativi e pratici con i quali mettere in pratica qualche consiglio e qualche piacevole apprendimento. Registrati, gratuitamente e senza fornire altro che la tua mail, nell’area Blog del sito www.KMTraining.it ! Non avrai mai alcuna spam, la odio anche io! Condividi i nostri articoli e lasciaci i tuoi commenti, saremo lieti di risponderti!
A presto!

 



Autore

Lascia il Tuo Commento