Kaizen Mental Training Blog

Valori: come servirsene oggi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’unico modo per sentirci davvero felici e appagati a lungo termine è vivere in armonia con i nostri veri valori. Altrimenti possiamo stare certi che ne soffriremo molto. Spesso le persone si creano dei programmi abituali di comportamento (moduli, in piennellese) frustranti o addirittura potenzialmente distruttivi, come fumare, bere, mangiare troppo, assumere droghe, tentare di dominare o controllare gli altri, stare per ore e ore davanti alla tv e così via.

 

 

Qual è il vero problema?

 

 
Questi comportamenti  sono in realtà il risultato della frustrazione e del senso di vuoto che la gente prova, per mancanza di appagamento nella vita. Così cerca di distrarsi da quel senso di vuoto, tentando di colmarlo con comportamenti che producano un provvisorio cambiamento di stato. Questo comportamento diventa, come accennato prima, un modulo, e spesso le persone si concentrano sul problema di capire i perchè invece che cercare di determinare ‘come’ poter migliorare ed ottenere risultati ambìti.
Chi beve, spesso non ha un problema con l’acool, ma di valori.

 

 

L’unico motivo per cui molti bevono è per tentare di cambiare il proprio stato emozionale, perchè non amano il modo in cui si sentono. Essi non sanno che cosa sia più importante per loro. La consolazione è che ogni volta che viviamo secondo i nostri standard, ogni volta che ci atteniamo ai nostri valori, proviamo una gioia immensa.
Non abbiamo bisogno di eccedere nel bere o nel mangiare. Non abbiamo bisogno di stupefacenti, perchè la vita stessa ci appare così straordinariamente ricca da rendere inutili questi palliativi.

 

 

Da bambini, non capivamo l’importanza di avere un senso ben chiaro dei nostri valori e, da adulti, alle prese con le pressioni della vita, ci si può trovare distratti da non poter più dirigere la formazione dei nostri valori.
Come chi già mi conosce saprà, ogni decisione viene guidata da questi questi valori che, nella maggior parte dei casi, non abbiamo stabilito noi in prima persona.
Come possiamo prendere delle decisioni essendo sicuri che a lungo termine appagheranno le vostre più profonde esigenze emozionali? E’ difficile colpire un bersaglio quando non si sa quale sia!  Conoscere i nostri valori risulta essenziale per vivere in funzione di essi. Ogni volta che ti trovi in difficoltà nel prendere un’importante decisione, stai certo che sia dovuto al non avere una chiara idea sui tuoi personali valori.

 

 

I valori personali provengono da un bagaglio misto di esperienze e di continuo condizionamento mediante la tecnica di punizione e ricompensa. I tuoi genitori erano felici e ti approvavano quando facevi qualcosa che soddisfaceva i loro valori, mentre, se andavi contro quelli che erano i loro principi, venivi punito. Anche i tuoi insegnanti ti incoraggiavano e ti sostenevano quando facevi cose che loro approvavano e usavano gli stessi tipi di punizione quando violavi quelli che erano i loro saldi principi. Il ciclo è stato poi ripetuto dai tuoi amici e dai tuoi datori di lavoro o collaboratori. Hai preso a modello i valori dei tuoi idoli, eroi  e magari dei tuoi anti-eroi; oggi entrano in gioco anche nuovi fattori economici. In molte famiglie ambedue i genitori lavorano fuori casa perciò non c’è più il tradizionale modello di ruolo in casa. Le scuole, i social nework e le televisioni hanno colmato questo vuoto.

 

 

La televisione ed i social sono, in realtà i nostri formatori più economici. Al giorno d’oggi molti di noi passano svariate ore davanti allo schermo del pc o dello smart-phone: cosa ne consegue? Che apprendiamo modi di pensare altrui, atteggiamenti e comportamenti altrui. Ci si conforma, assumendo valori e credenze comuni. Il dato peggiore è che solitamente sono tutti elementi depotenzianti, ovvero che riguardano cose che non possiamo controllare o che, come detto, non ci identificano appieno. Ci si sta adattando a comportarci in funzione di una aspettativa che nutriamo in altre persone. Il risultato dovrebbe essere il contrario, ovvero qualcosa che siamo noi a creare e a determinare, in base ai nostri bisogni, ai nostri valori e alle nostre convinzioni. Guardiamo troppo fuori dalla finestra e ci lamentiamo di quel che vediamo, quando invece potremmo abbellire l’interno, decidere cosa sta peggio e cosa sta meglio. Crearci delle alternative. Crearci degli obiettivi. Nostri.

 

 

Credo ci siano troppe persone che ci dicono quello che non possiamo fare. Noi abbiamo il potere di prendere delle decisioni. E se qualcuno ancora ci dice che non è così, possiamo dimostrare che non è così, che quello è il suo personale parere e in quanto tale lo rispettiamo: per le informazioni che sono a sua disposizione, accettiamo la pensi così. Poi è fondamentale ricordare a noi stessi che l’attenzione e il focus vanno riportati su noi stessi, sulle nostre possibilità e capacità. In particolare sulle nuove conoscenze che abbiamo appreso, sugli strumenti a disposizione e le sconosciute (finora) straordinarie convinzioni che si generano in colui che si mette in gioco in direzione degli obiettivi desiderati.  E qui cominci a fare le cose in maniera differente, è qui che inizia la sfida.

 

 

Ora la domanda è: perché alcune persone sono determinate e creano un cambiamento, mentre altre tendono ad accettare le cose? Perché alcune persone hanno la forza di prendere decisioni nuove, ed altri decidono in base a quanto fatto in passato?
È arrivato il momento di pensare autonomamente a quello che possiamo fare, invece di farci ricordare da altri quello che non possiamo fare. Stiamo vivendo un momento di crisi, da tutti i punti di vista, e i momenti di crisi determinano le nostre reazioni. Se non abbiamo la forza e il coraggio di impegnarci a pensare diversamente, ad agire diversamente…saranno giorni difficili, poco profittevoli. Se invece con umiltà e impegno ci assumiamo il controllo delle nostre convinzioni e della nostra mente…allora avremo un notevole vantaggio! Nulla come la Programmazione Neuro Linguistica ha avuto in me la potenza e la chiarezza di dimostrarmi che il benessere è possibile, gli obiettivi sono realizzabili e i risultati raggiungibili. Al giorno d’oggi sono più le persone che pensano a lamentarsi, piuttosto che a credere e a (cercare di) migliorare.

 

 

Possiamo scegliere e dobbiamo scegliere cosa pensare.

 

Con Passione,
Nicola P.

 

Iscrivi gratuitamente al Blog K.M.T. ( www.kaizenmentaltraining.it/blog-kmt ) ed ogni volta riceverai l’ultimo articolo pubblicato direttamente sulla tua casella mail: nessun dato personale ti sarà richiesto e non riceverai mai alcuna spam. Se poi vuoi saperne di più di Preparazione Mentale e Miglioramento Personale vai a sfogliare il nostro archivio all’interno del sito: troverai articoli sulla Preparazione Mentale per la Carriera Sportiva, per la Comunicazione Efficace e per la Crescita Personale. Il raggiungimento di un risultato è il mio primo scopo quando collaboro con un cliente!

..e il tuo?



Autore

Lascia il Tuo Commento